>News | Fantascienza
Ultime dalla fine del mondo: settimana dall'11 al 17 ottobre
di X

In collaborazione con Tersicore, va ora in onda una panoramica a 360° sulle novità più interessanti apparse in campo fantascientifico-connettivista nell'ultima settimana.

Libri: Il ritorno di Dick. Mentre è in arrivo nelle sale italiane la trasposizione di A Scanner Darkly, uno dei suoi libri più ispirati portato sullo schermo dal visionario Richard Linklater con Keanu Reeves nei panni di un poliziotto infiltrato nella sottocultura losangelina di una nuova e micidiale droga, esce nelle librerie Io sono vivo, voi siete morti, riedizione della biografia del sommo Philip K. Dick firmata da Emmanuel Carrère. Perché il maestro, come recita la quarta di copertina, “non è stato soltanto un geniale scrittore di fantascienza, ma soprattutto una figura centrale del nostro tempo, capace di dare voce a una realtà — la nostra — il cui senso, definitivamente sotto scacco, viene percepito in costante erosione, spostamento, falsificazione. Per questo ha dotato i personaggi dei suoi libri, ma ancora prima se stesso, di atteggiamenti di sospetto e diffidenza verso tutti e verso tutto, fino ad arrivare a far sorvegliare, e a sorvegliare lui stesso, il proprio vicino, gli amici, le mogli.” Il libro, scritto da un acclamato giornalista e romanziere francese, è edito da Hobby & Work ed è il secondo volume della nuova collana Valis. (da Fantascienza.com)

Libri: Postumanismo alla ribalta. Tra gli altri libri in uscita a ottobre, un ruolo di primo piano è giocato da autori di punta del cosiddetto filone post-human, nuova tendenza emersa dal magma post-cyberpunk. Tra gli altri ricordiamo Robert J. Sawyer con Furto d’identità (nella collana Odissea di Delos Books), un thriller ambientato tra le sabbie della nuova frontiera marziana, dove i ricchi possono permettersi corpi di ricambio per le loro coscienze digitalizzate e gli altri, scienziati e derelitti, battono le piste del pianeta rosso a caccia dei fossili dell’antica vita marziana. Per la Collana Biblioteca Fantascienza dell’Editrice Nord esce invece l’attesa antologia di Vernor Vinge: Tutti i racconti di uno degli autori più originali e immaginifici emersi dalla fantascienza degli anni Novanta, autore di opere seminali come il romanzo Universo Incostante (editrice Nord) e il saggio La Singolarità Tecnologica, documento che ha saputo imprimere una spinta alle forze speculative post-cyberpunk. E infine due recuperi: Fanucci pubblica Tutti i racconti 1947-1953, il primo dei cinque volumi in cui sarà pubblicata l’intera produzione breve di Philip K. Dick; per Sironi torna invece I biplani di D’Annunzio, originale ucronia con cui Luca Masali si impose al Premio Urania 1995.

Connettivismo: Next approda sul Delos Store. Da qualche giorno, i numeri arretrati di NeXT, la rivista di cultura connettivista che si pone come punto di riferimento cartaceo dell’intero movimento, sono disponibili all’acquisto anche sul Bazaar del Fantastico di Andrea Jarok. Un nuovo, prestigioso ganglio che va ad aggiungersi alla nostra rete di distribuzione, finora basata esclusivamente sul meccanismo della corrispondenza e degli eventi fieristici.

Scienze: Il teletrasporto, finalmente realtà. Il 10 ottobre scorso, grazie a un’équipe di studiosi dell’Università di Copenaghen, è stato compiuto un nuovo importante passo verso il futuro. L’esperimento in questione ha permesso di teleportare su una distanza di mezzo metro circa un corpo formato da mille miliardi di atomi di cesio, che rappresenta il più complesso sistema macroscopico preso finora come oggetto di un test di teletrasporto. Basato sul famigerato fenomeno dell’entanglement quantistico, per cui particelle subatomiche presentano in determinate circostanze una correlazione reciproca e intrinseca, il trasferimento dell’informazione trasportata da fotoni ha permesso di ricostruire il sistema di partenza con un fattore di fedeltà pari a circa il 60%. Non è ancora vero e proprio teletrasporto, non del tipo cui siamo abituati a vedere applicato sul ponte ologrammi dell’Enterprise, ma rappresenta un importante passo avanti verso la realizzazione dei primi processori basati su tecnologia quantistica, anticipando i nuovi e sconfinati scenari della computazione e della crittografia quantistica. (da photonics.com)

E anche per questa settimana dovrebbe essere tutto. That was the End of the World News...

COMMENTI

Per "Scienze: Il teletrasporto, finalmente realtà": oltre al teletrasporto dell'informazione a velocità maggiore di quella della luce (trasporto istantaneo), esiste anche un'altra versione per l'entanglement quantistico. Alcuni ricercatori in un esperimento sono riusciti a modificare retroattivamente le condizioni iniziali dell'esperimento, portando così ad una configurazione finale diversa da quella che si sarebbero aspettati. Nel caso dell'entanglement più noto, è la dimensione della distanza il fattore che viene dilatato, rendendo possibile la comunicazione fra atomi. Nell'esperimento di cui sopra, invece, è la dimensione tempo. Che sia l'inizio dei viaggi temporali? dX*dP>=h/2pi dT*dE>=h/2pi le due formule del principio di indeterminazione. d (Delta) è la variazione. X spazio, P quantità di moto (massa per velocità), T tempo, E energia, h costante di planck, pi il pigreco.

dixit, 18 ottobre 2006, 11:42

AGGIUNGI UN COMMENTO

Per inserire un commento indica 1) un nome o pseudonimo; 2) inserisci il tuo commento; 3) inserisci la parola che coincide con quella mostrata dall'immagine. Commenti più lunghi di duemila caratteri non saranno accettati.

Nome:

E-mail:

URL:

Commento:

Inserisci la parola: