Fisica: teletrasporto piu' vicino

Loro sono già qui.

Moderatori: X, 2x0

Fisica: teletrasporto piu' vicino

Messaggioda dixit » martedì 5 giugno 2007, 18:14

La butto lì velocemente, ma devo assolutamente
indagare meglio. Potrebbe essere una bufala, visto che
parla di massa ed energia. Se non lo fosse sarebbe
straordinario.

Fisica: teletrasporto piu' vicino
http://notizie.alice.it/notizie/search/ ... mod=foglia
Sfruttata la 'correlazione quantistica' di Albert
Einstein
(ANSA) - ROMA, 5 GIU - Il teletrasporto potrebbe
presto non essere piu' solo fantasia. In un articolo
pubblicato da Nature Physics ricercatori
dell'Universita' di Vienna hanno descritto come sono
riusciti a teletrasportare un pacchetto di fotoni
(piccola quantita'di massa ed energia) alla distanza
di 142 km, dieci volte piu' di quanto mai fatto prima.
Il principio sfruttato e' quello della 'correlazione
quantistica' di Einstein, datato 1935.
dixit
 
Messaggi: 542
Iscritto il: venerdì 15 settembre 2006, 16:09

Re: Fisica: teletrasporto piu' vicino

Messaggioda X » martedì 5 giugno 2007, 21:38

dixit ha scritto:La butto lì velocemente, ma devo assolutamente
indagare meglio. Potrebbe essere una bufala, visto che
parla di massa ed energia. Se non lo fosse sarebbe
straordinario.

Fisica: teletrasporto piu' vicino
http://notizie.alice.it/notizie/search/ ... mod=foglia
Sfruttata la 'correlazione quantistica' di Albert
Einstein
(ANSA) - ROMA, 5 GIU - Il teletrasporto potrebbe
presto non essere piu' solo fantasia. In un articolo
pubblicato da Nature Physics ricercatori
dell'Universita' di Vienna hanno descritto come sono
riusciti a teletrasportare un pacchetto di fotoni
(piccola quantita'di massa ed energia) alla distanza
di 142 km, dieci volte piu' di quanto mai fatto prima.
Il principio sfruttato e' quello della 'correlazione
quantistica' di Einstein, datato 1935.


Mi sa di vero. Cinque o sei anni fa, sempre a Vienna, erano riusciti a raggiungere con i fotoni la distanza di 22 chilometri. Il fattore 10 è quindi approssimativo, a meno che non si riferisca a trasmissioni in campo libero (aria aperta), dato che nel precedente caso si ricorreva all'invio di informazione sui cavi.

X
Ho sognato una tempesta concettuale forza cinque che soffiava sulla realtà devastata. - Jean Baudrillard

uno Strano Attrattore
X
 
Messaggi: 828
Iscritto il: mercoledì 26 luglio 2006, 23:04
Località: Singularity Sky

Messaggioda zoon » martedì 5 giugno 2007, 21:40

serve qualcuno esperto a commentare...
zoon
 
Messaggi: 1853
Iscritto il: venerdì 15 settembre 2006, 11:07

Messaggioda dixit » martedì 5 giugno 2007, 21:53

Dunque le cose stanno così:
si può teletrasportare solo lo stato quantico dei fotoni, non la massa o l'energia. Il che implica che viene spostata della informazione. Il problema è che non ho ben capito se il metodo consente di trasportare o meno informazione intelleggibile per costruire un messaggio.
dixit
 
Messaggi: 542
Iscritto il: venerdì 15 settembre 2006, 16:09

Messaggioda X » martedì 5 giugno 2007, 22:17

dixit ha scritto:Dunque le cose stanno così:
si può teletrasportare solo lo stato quantico dei fotoni, non la massa o l'energia. Il che implica che viene spostata della informazione. Il problema è che non ho ben capito se il metodo consente di trasportare o meno informazione intelleggibile per costruire un messaggio.


Certo che sì. Il bello dell'entanglement è che se tu vuoi trasportare l'informazione X da A a B, sposti un tipo di informazione Y che a rigore non ha nulla a che vedere con X. In effetti, con l'entanglement si possono realizzare anche canali criptografici a prova di intrusi, finché a comunicare sono solo 2 utenti... La criptografia quantistica propriamente detta è un'altra cosa.

X
Ho sognato una tempesta concettuale forza cinque che soffiava sulla realtà devastata. - Jean Baudrillard

uno Strano Attrattore
X
 
Messaggi: 828
Iscritto il: mercoledì 26 luglio 2006, 23:04
Località: Singularity Sky

Messaggioda dixit » mercoledì 6 giugno 2007, 10:39

Però conosco una persona che mi ha scritto questo:
"
il problema e` che lo stato quantico e` *tutta* l'informazione, mentre da una misura ne prendiamo solo una parte (lo stato quantico collassa).
E non essendo predicibile quale parte dell'informazione si verra` a misurare non si puo` spedire la parte desiderata, il che equivale a dire che comunque non si trasferisce "informazione utile" piu` velocemente della luce.
La parte dello stato che collassa e` una sorta di "informazione inutile", e allora tanto vale considerare informazione solo quella utile e dire che il limite di velocita` per una qualunque comunicazione e` c.
"

e ciò mi crea dei dubbi...

anche se:
http://arxiv.org/ftp/quant-ph/papers/0607/0607182.pdf
dixit
 
Messaggi: 542
Iscritto il: venerdì 15 settembre 2006, 16:09

Messaggioda X » mercoledì 6 giugno 2007, 11:51

dixit ha scritto:Però conosco una persona che mi ha scritto questo:
"
il problema e` che lo stato quantico e` *tutta* l'informazione, mentre da una misura ne prendiamo solo una parte (lo stato quantico collassa).
E non essendo predicibile quale parte dell'informazione si verra` a misurare non si puo` spedire la parte desiderata, il che equivale a dire che comunque non si trasferisce "informazione utile" piu` velocemente della luce.
La parte dello stato che collassa e` una sorta di "informazione inutile", e allora tanto vale considerare informazione solo quella utile e dire che il limite di velocita` per una qualunque comunicazione e` c.
"


E' corretto. Ne parlavamo già un po' di tempo fa, ricordi?

Anche se le due particelle unite in uno stato entangled comunicano istantaneamente tra loro, per ricostruire l'informazione utile legata alla prima (presso A) sulla seconda (presso B) occorre trasmettere "l'informazione inutile" da A a B. E per trasmettere questa informazione si deve ricorrere a mezzi tradizionali (rispettando il limite di c).

Ciao!
X
Ho sognato una tempesta concettuale forza cinque che soffiava sulla realtà devastata. - Jean Baudrillard

uno Strano Attrattore
X
 
Messaggi: 828
Iscritto il: mercoledì 26 luglio 2006, 23:04
Località: Singularity Sky

Messaggioda anisotropie » domenica 23 marzo 2008, 18:08

L'argomento ormai è un po' vecchio, ma ne approfitto per segnalarvi il sito del gruppo dell'università di padova che si occupa della cosa:
http://www.astro.unipd.it/quantumastronomy/

Per il resto tutto vero quello che dice X... il limite per la trasmissione delle informazioni resta c.
Al momento le applicazioni più interessanti e promettenti dell'entanglement restano la crittografia e la computazione quantistica.
(oltre alla profondità quasi "filosofica" del fenomeno)
anisotropie
 
Messaggi: 30
Iscritto il: domenica 23 marzo 2008, 0:24

Messaggioda X » domenica 23 marzo 2008, 21:26

anisotropie ha scritto:L'argomento ormai è un po' vecchio, ma ne approfitto per segnalarvi il sito del gruppo dell'università di padova che si occupa della cosa:


Sembrerà assurdo, ma per la prima volta vedo l'evidenza sperimentale-fotografica delle frange d'interferenza nella diffusione dell'onda associata al fotone... Grazie Alvise! :)

X
Ho sognato una tempesta concettuale forza cinque che soffiava sulla realtà devastata. - Jean Baudrillard

uno Strano Attrattore
X
 
Messaggi: 828
Iscritto il: mercoledì 26 luglio 2006, 23:04
Località: Singularity Sky

Messaggioda X » domenica 23 marzo 2008, 21:28

anisotropie ha scritto:Al momento le applicazioni più interessanti e promettenti dell'entanglement restano la crittografia e la computazione quantistica.
(oltre alla profondità quasi "filosofica" del fenomeno)


Be', per uno scrittore di fantascienza, soprattutto quest'ultima... 8)
X
Ho sognato una tempesta concettuale forza cinque che soffiava sulla realtà devastata. - Jean Baudrillard

uno Strano Attrattore
X
 
Messaggi: 828
Iscritto il: mercoledì 26 luglio 2006, 23:04
Località: Singularity Sky

Messaggioda Evertrip » domenica 23 marzo 2008, 21:47

Ma quelle foto sono rielaborazioni teoriche o sono "vere"? :shock:
Feel the Macrocosm
METATRONE blog
EVERTRIP.TK
Avatar utente
Evertrip
 
Messaggi: 343
Iscritto il: venerdì 15 settembre 2006, 22:48
Località: Salento

Messaggioda X » domenica 23 marzo 2008, 21:58

Penso che siano rielaborate in falsi colori. Ma le figure dovrebbero essere quelle sperimentali... Alvise magari ci illumina quantisticamente. :lol:

X
Ho sognato una tempesta concettuale forza cinque che soffiava sulla realtà devastata. - Jean Baudrillard

uno Strano Attrattore
X
 
Messaggi: 828
Iscritto il: mercoledì 26 luglio 2006, 23:04
Località: Singularity Sky


Torna a Scienza e tecnologia

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Majestic-12 [Bot] e 1 ospite

cron